La svolta “guru” di Marco Montemagno

Marco Montemagno
Marco Montemagno

Ho conosciuto in rete Marco Montemagno moltissimi anni fa, quando ancora under 30 dispensava consigli su come vivere al meglio internet e in generale tutta l’Information Technology.
E’ passato dallo scrivere su siti e blog (wannabe Mantellini), con la creazione del network Blogosfere, al condurre e discettare in tv su Sky, coi programmi Reporter Diffuso e Io Reporter, fino a sfiorare la politica, nel 2012, quando iniziò una collaborazione col PDL berlusconiano, poi sgretolatosi prima che il tutto si concretizzasse.
Di recente si è immerso nel Webmarketing con la sua startup Super Summit, fra convention, corsi e incontri con gli esponenti più famosi dell’informatica mondiale.

La cosa che mi ha portato a scrivere di lui, però, è il suo canale Youtube, in cui pubblica pillole di tre minuti su quel che piace e perchè piace alla gente, nel web e non solo. Beh, è roba interessante e divertente, perchè affronta fenomeni di massa o leggende urbane, e ne sviscera in breve e con brillantezza errori e meccanismi. Per esempio questa su James Bond.

Fa un po’ impressione guardarlo col suo cranio rasato e la magliettina semiaderente da palestrato, ha l’aria dell’autonominatosi guru e sembra che si prenda un po’ troppo sul serio, ma ci mette contenuti in quel che fa, perciò… vai Marco, fa’ pure lo sboroncello supergiovane o l’eletto della conoscenza, se ti piace, finchè continui a darci qualcosa di utile.

Vi lascio un video un po’ più lungo, del 2007, in cui parlava di internet e dell’efficacia del marketing virale.

Precedente Innamorato del calcio del Chino Recoba Successivo Papa Francesco: no proselitismo ma...